Author Archives: Riccardo Rico Reina

Loading
loading..

Attraverso uno staff con esperienza trentennale mettiamo a disposizione creativi, registi, sceneggiatori, direttori della fotografia, direttori di produzione, fotografi, cameraman, trucco e parrucco, operatori di computer grafica, montatori, tecnici regia-fotografia-audio, operatori ENAC per utilizzo Droni anche con sorvolo di aree critiche.

La struttura lavorativa che abbiamo creato, riesce a coprire ogni singola richiesta sia sul suolo nazionale che internazionale, mantenendo i costi bassi e accessibili.

Facciamo affidamento su professionisti specializzati in settori diversi e che, dopo anni di collaborazione, riescono a creare quell’intesa perfetta per far riuscire al meglio qualsiasi incarico.

Rapporto qualità \ prezzo ottimo. *****

Continue Reading….

Potremmo annoiarvi scrivendo in gergo tecnico e incomprensibile per chi non è del settore utilizzando “paroloni” per dimostrarvi che siamo bravi nel nostro lavoro ma servirebbe unicamente a farvi chiudere immediatamente questa pagina senza approfondire e facendovi perdere una VERA OPPORTUNITÀ.

L’Agenzia ASIWEB, si occupa di progettare e realizzare per voi, siti web facili da usare, senza dover sottostare a una formazione specifica. Rendiamo l’ambiente web attraente e amichevole dove poter “navigare” con fluidità recuperando facilmente i contenuti.

Continue Reading….

Il prestigioso mensile Cycle World elegge la v4 italiana “best standard bike” dell’anno.

Per gli americani non c’è partita, la moto da desiderare è italiana.

Per il secondo anno consecutivo Aprilia Tuono è scelta da Cycle World Magazine, la bibbia dei bikers USA, come la moto migliore. La più cool, si legge nella motivazione che la premia “Best Standard Bike” per il 2018.

Continue Reading….

La più grande enoteca online organizza un’asta natalizia di beneficenza in collaborazione con le maggiori cantine per sostenere la campagna “Fight for Women” di ActionAid.

Tannico sostiene ActionAid nella campagna Fight for Women promossa per contrastare ogni forma di violenza contro le donne.

L’enoteca di vini italiani più grande del mondo, con il fondamentale supporto delle maggiori cantine d’Italia e Francia, ha selezionato 30 incredibili bottiglie provenienti dalle collezioni private dei proprietari, di annate storiche che arrivano fino al 1964 o firmate da celebri artisti per metterle all’asta attraverso il sito Catawiki che ha messo a disposizione la propria piattaforma online per una buona causa.

L’asta avrà inizio il 7 dicembre e si concluderà il 16 dicembre. L’intero ricavato verrà devoluto alla ONG: un’occasione per fare del bene prendendo parte a questa importante battaglia nella quale Tannico crede molto e aggiudicarsi bottiglie tra le più ricercate e rare, già frequentatrici abituali di case d’asta come la londinese Sotheby’s.

Tra le bottiglie di maggiore prestigio selezionate per l’occasione da Tannico, saranno presenti la rinomata Vendemmia d’Artista Ornellaia 2007 – L’Armonia, una serie limitata in grande formato firmata dagli artisti Ghada Amer e Reza Farkhondeh; l’annata storica di Chateau Musar White del 1964; la Magnum di Giulio Ferrari del 1994; la Jeroboam di Tignanello di Antinori del 2011; la Jeroboam Millennium di Bellavista nel suo prezioso coffret; la verticale di San Leonardo del 2001, 2005, 2008.

Si aggiungono a questo elenco:

  • Pinot Nero Ludwig di Elena Walch del 2015
  • Sagrantino 25 anni di Caprai del 2010
  • Mille e una notte di Donnafugata del 2012
  • Fontalloro di Felsina del 2007
  • Kurn Stuck Klatersee di Kaltern del 2017
  • Turriga di Argiolas del 2001
  • Barolo del comune di Barolo dei Marchesi di Barolo del 2013
  • Pouilly Fumé di Baron de Ladoucette del 2017
  • Montepulciano d’Abruzzo Riserva di Emidio Pepe del 1977
  • Bianco Breg Magnum di Gravner del 1998
  • Giulio sboccatura 2016 di Ferrari del 1994
  • Bienvenus Bâtard Montrachet Grand Cru di Régnard del 2008
  • San Leonardo della Tenuta di San Leonardo del 2005
  • Amarone Classico di Bertani del 1967 e 1981
  • Riserva Ducale di Ruffino del 2004
  • Modus di Ruffino del 1999
  • Corton Charlemagne Grand Cru di Louis Latour del 2007
  • Chardonnay Marina Cvetic di Masciarelli del 2002
  • Brunello di Montalcino Poggio alle Mura di Castello Banfi del 2011
  • Summus di Castello Banfi del 2007
  • Sorì San Lorenzo di Gaja del 1971, bottiglia numero 2022
  • Sorì San Lorenzo di Gaja del 1971, bottiglia numero 2013
  • Barbaresco di Gaja del 1974 (2 bottiglie)

Maggiori informazioni sono disponibili all’indirizzo: www.tannico.it/asta-charity-natale-2018

I fondi ricavati sosterranno Fight for Women, nelle sue attività di collaborazione e sostegno ai centri antiviolenza, nella lotta ai matrimoni precoci e alle mutilazioni genitali femminili, nei percorsi di empowerment economico delle donne e di miglioramento della sicurezza urbana per rendere le città più sicure per donne, ragazze e bambine.

Tannico (www.tannico.it) è l’enoteca di vini italiani più grande del mondo, con un’offerta di oltre 14.000 etichette provenienti da 2.500 cantine diverse. Nel 2017 a soli 4 anni dalla nascita, ha inviato un milione e mezzo di bottiglie nel mondo, serve 100.000 clienti ed è l’azienda nel food-tech che ha raccolto maggiori investimenti in Italia.

Ad oggi il 40% del suo business viene realizzato via mobile. Tannico è in grado di consegnare le proprie bottiglie in giornata nella città di Milano, in 24 ore in tutta Italia e in due settimane negli Stati Uniti.

ActionAid è un’organizzazione internazionale indipendente impegnata in Italia e in circa 45 Paesi (distribuiti in 5 continenti) che collabora con più di 10mila partner, alleanze, ONG e movimenti sociali con l’obiettivo di realizzare un mondo equo e giusto per tutti.

Da oltre 40 anni ActionAid lavora quotidianamente con le persone, le comunità e i gruppi che vogliono sconfiggere le cause e le conseguenze della marginalità e delle disuguaglianze.

La sua missione è mettere al centro le persone, affinché possano reclamare i propri diritti, creando spazi di partecipazione democratica nelle comunità, ovunque esse siano, per realizzare il cambiamento e far crescere l’equità sociale, migliorando la qualità della democrazia.

Catawiki è il sito per oggetti unici e speciali, ogni settimana organizza aste di arte, antiquariato, oggetti da collezione, orologi, gioielli, vini, vetture d’epoca e molto altro. Ogni asta è curata da esperti di professione, che garantiscono una selezione dei lotti varia e di alta qualità.

Fondata nel 2008 come comunità online per collezionisti, è da allora cresciuta diventando uno dei più grandi punti di riferimento in Europa per l’acquisto e la vendita online di oggetti unici. 

Sabato 17 febbraio il pilota milanese risalirà con una moto elettrica la pista del Red Bull Discesa Libera in programma a Pila durante l’ultima tappa del DEEJAY Xmasters Winter Tour

Continue Reading….

Sabato 27 gennaio 2018 si è svolto a Varese il 5° Convegno nazionale sulle imbarcazioni d’epoca, organizzato annualmente dall’Associazione Vele d’Epoca Verbano.

Continue Reading….

Sabato 19 Maggio a Viareggio, dopo un restauro filologico, iniziato da Astilleros Mediterraneo e terminato dal Cantiere Navale Francesco Del Carlo, si svolgerà la cerimonia del ritorno in mare di Barbara, splendida imbarcazione a vela varata nel 1923 dallo storico cantiere inglese Camper & Nicholsons di Gosport.

Continue Reading….

Tante novità per il progetto di FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta che misura e attesta il grado di ciclabilità dei comuni italiani e che, a quattro mesi dal lancio, ha già assegnato il riconoscimento a 30 amministrazioni locali.

Continue Reading….

Sabato 27 gennaio 2018, presso il prestigioso Palace Grand Hotel di Varese, a soli 40 minuti di auto da Milano, torna “Tra Legno e Acqua”, quinta edizione del Convegno Nazionale sul Recupero e la Valorizzazione delle imbarcazioni d’epoca e storiche organizzato dall’AVEV, Associazione Vele d’Epoca Verbano.

Continue Reading….

Si è svolta venerdì 1° dicembre 2017 al Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano la premiazione dell’ADI Compasso d’Oro International Award 2017, il premio di design internazionale a tema che si tiene ogni due anni.

Questa edizione, dal titolo SPORT – PERFORMANCE AND INNOVATION, ha visto competere 80 prodotti e servizi provenienti da tutto il mondo che attraverso l’applicazione di ricerca, innovazione, tecnologia e responsabilità sociale sono in grado di migliorare, partendo dall’incremento delle prestazioni, le condizioni dell’attività fisica per un maggior comfort, sicurezza e benessere dell’utilizzatore.

Kingii Wearable, la boa salvavita indossabile pensata per gli amanti del mare e dello sport, è stato premiato con la Menzione d’Onore ADI Compasso d’Oro International Award 2017.

Selezionato tra i prodotti concorrenti al fianco di marchi internazionali come Technogym, Vibram, Dainese e Alpinestar, Kingii si è aggiudicato la Menzione d’Onore nella categoria Product Design dell’ADI Compasso d’Oro International Award 2017 – SPORT – PERFORMANCE AND INNOVATION.

“Un riconoscimento che premia l’impegno di Kingii Corporation nella ricerca e nell’innovazione che caratterizzano gli sforzi progettuali alla base della nuova versione di Kingii Wearable che abbiamo candidato al premio e che, rispetto alla prima lanciata sulla piattaforma di crowdfunding Indiegogo nel 2015, offre un box rinnovato ed ergonomico ‘a prova di sport estremi’ e un cinturino più lungo che lo rende adatto sia ai polsi piccoli sia all’impiego sopra le mute in neoprene” dice Marco Baratella, area manager per l’Europa.

Kingii Wearable

Kingii Wearable è il più piccolo dispositivo di galleggiamento al mondo ma quando ci si trova in difficoltà in acqua può fare una grande differenza. Kingii si porta al polso come un orologio e in caso di bisogno è sufficiente tirare una levetta per azionare un cuscino autogonfiante che si dispiega in soli due secondi ed è capace di mantenere a galla una persona fino a 130 Kg. Dopo l’uso Kingii è facilmente riutilizzabile: basta ripiegare il cuscino nel suo alloggiamento e sostituire la cartuccia di CO2.

Così semplice che sembra incredibile non averlo inventato prima!

Molti non indossano i giubbotti di salvataggio perché ingombranti e scomodi, Kingii non intende sostituirli ma affiancarsi come uno strumento pratico e funzionale che innalza notevolmente il livello di sicurezza senza limitare i movimenti. Con un peso di 168 grammi e un volume 78 volte minore di un giubbotto, Kingii Wearable è la soluzione ideale per tutti quelli che vogliono proteggere se stessi e i propri cari durante il tempo libero, le attività sportive o lavorative: dai più giovani alle persone anziane.

Il futuro che non c’era arriva da Internet

Prodotto negli Stati Uniti, Kingii è stato creato dal californiano Tom Agapiades dopo aver perso un caro amico in una tragedia che poteva essere evitata. Per avviare la produzione Tom, nell’agosto 2015, ha scelto come trampolino di lancio il sito di crowdfunding Indiegogo ottenendo in soli due mesi investimenti per oltre 635.000 dollari e numerose attestazioni internazionali.

Riconoscimenti coronati dal prestigioso premio Edison Award assegnato da un autorevole comitato di accademici e professionisti dell’innovazione e vinto da Kingii quale migliore startup del 2016 in ambito Athletics & Recreation e il primo premio alle Startup Competition 2016 dell’Università di Cambridge e dell’Università di Brema.

L’idea geniale non è passata inosservata a Marco Baratella, giovane imprenditore milanese con dieci anni di esperienza come soccorritore d’ambulanza e un background da pubblicitario che, colpito da questo prodotto innovativo, ha ottenuto dapprima l’esclusiva per l’Italia poi estesa nel 2017 all’Europa.

Conoscere la realtà dei fatti aiuta a difendersi

Tutti sanno che anche al nuotatore più esperto può capitare di trovarsi in una situazione di emergenza per un malore e che è possibile annegare perfino in acque calme e poco profonde. Le statistiche parlano chiaro e sono allarmanti: l’annegamento è la terza causa di morte accidentale nel mondo con 372.000 vittime l’anno di cui 400 solo in Italia. Purtroppo nel nostro paese quasi la metà dei soggetti coinvolti in questo genere di incidenti perde la vita in quanto i soccorsi a volte non riescono a intervenire tempestivamente (Fonti: World Health OrganisationIstituto Superiore della Sanità).

Perché Kingii…

Il nome Kingii deriva da una lucertola australiana, il Chlamydosaurus kingii, che per difendersi dai predatori dispiega il suo ampio collare rosso-arancione emettendo un sibilo. Anche il nostro Kingii è di colore arancione per una maggiore visibilità in mare e produce un sibilo quando viene azionato.

Layout mode
Predefined Skins
Custom Colors
Choose your skin color
Patterns Background
Images Background